Circolare Agenzia delle Entrate n.22/E

Il contributo a fondo perduto previsto dal Dl Rilancio (all’articolo 25) spetta anche alle imprese in possesso dei requisiti ma che si trovano in liquidazione, purché iniziata dopo la dichiarazione dello stato di emergenza Covid-19 (31 gennaio 2020), così come spetta anche alle micro e piccole imprese già in difficoltà al 31 dicembre 2019 e ai soggetti con domicilio fiscale o sede operativa nei Comuni colpiti dai terremoti del 2016 e 2017 e dall’alluvione del 2019.

Sono tutti chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate con una nuova circolare sull’argomento, la n. 22/E del 21 luglio 2020 («Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19).

Il documento risponde a numerosi dubbi su aspetti meno chiari del contributo a fondo perduto. In particolare (ma non solo): ambito soggettivo, requisiti di accesso al beneficio, verifica della riduzione del fatturato.