Contributi per il trattamento dei Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE)

Contributo a fondo perduto 50%

APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE

Il bando finanzia progetti di ricerca industriale e/o sviluppo sperimentale finalizzati allo sviluppo di nuove tecnologie per il recupero, il riciclaggio ed il trattamento dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (di seguito RAEE) per l’anno 2021.

Il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare ha emanato un bando per il cofinanziamento di progetti di ricerca finalizzati allo sviluppo di nuove tecnologie per il recupero, il riciclaggio ed il trattamento dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE).

Obiettivo dell’iniziativa è la prevenzione e riduzione degli impatti negativi derivanti dalla produzione e gestione dei RAEE, attraverso l’incentivazione di un uso efficiente ed ecocompatibile delle risorse (materie prime), con particolare attenzione al recupero, al riciclaggio ed alla ottimizzazione del ciclo di vita dei materiali.

Beneficiari

Il contributo può essere richiesto:

  • Sono ammessi a partecipare alla procedura concorsuale indetta con il presente Bando, organismi di ricerca singoli o associati, anche in forma temporanea, con altri soggetti pubblici o privati operanti nella filiera di gestione dei RAEE. Quest’ultimi possono essere, a titolo esemplificativo: produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE), enti ed imprese coinvolte nelle operazioni di trattamento, recupero, riciclaggio e trasporto dei RAEE, associazioni di categoria, comuni, ecc.
  • Ciascun soggetto, sia in forma singola che associata, può essere presente in una sola istanza di finanziamento, pena la inammissibilità di tutte le istanze in cui il predetto soggetto risulti presente.
  • Non è consentita la partecipazione al presente Bando a soggetti giuridici sovrapponibili per controllo o possesso diretto o indiretto di quote azionarie. Bando estratto da Obiettivo Europa non commerciali, compresi gli enti del terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti, in relazione allo svolgimento di attività commerciali.

I requisiti per ottenere il Bonus

Per essere cofinanziati i progetti devono prevedere attività di ricerca industriale e/o sviluppo sperimentale, finalizzate allo sviluppo di nuove tecnologie per il recupero, il riciclaggio ed il trattamento dei RAEE.

Tali iniziative progettuali devono mirare al raggiungimento degli obiettivi comunitari sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche,e devono offrire la migliore soluzione sotto il profilo tecnico, economico ed ambientale e favorire la gestione dei rifiuti secondo le attività poste ai livelli più alti della gerarchia di cui all’articolo 179, comma 1, del D.Lgs. n. 152 del 2006.

La durata dei progetti dovrà essere compresa fra i 12 e i 36 mesi.

Le iniziative progettuali non ammissibili sono esaustivamente indicate al comma 3 e seguenti dell’Articolo 3 del Bando

Il contributo massimo

Le risorse finanziarie disponibili ammontano a € 2.000.000,00. Il contributo assegnato a ciascuna delle iniziative progettuali ammesse a cofinanziamento non può essere inferiore ad € 100.000,00 e superiore ad € 300.000,00. La percentuale massima di contributo che può essere concessa per ciascuna iniziativa, nei limiti sopra indicati, è pari al 50% delle spese ammissibili di cui al comma 4 dell’Articolo 7 del Bando.

Documenti

FONTE Ministero AMBIENTE

www.minambiente.it

Per maggiori informazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× How can I help you?